motori.sportrentino.it
SporTrentino.it
Rally

Presentato il «TrentinoRally» del 4 e 5 novembre

Dopo aver riportato in auge la «Levico-Vetriolo», tornata quest’anno ad affiancare la celebre «Trento-Bondone», la Scuderia Trentina ha aggiunto ora un nuovo evento al proprio ricco calendario, il «Trentino Rally», che debutterà nel weekend di sabato 4 e domenica 5 novembre. La neonata competizione motoristica è stata presentata questo pomeriggio nell’accogliente location della Cantina Colli Zugna di Mori, che fungerà da quartier generale della manifestazione. In cabina di regia, assieme al sodalizio presieduto da Giuseppe Ghezzi, c'è sarà l’Aci Trento del presidente Fiorenzo Dalmeri, che nel 2021 ha ceduto il timone della Scuderia Trentina allo stesso Ghezzi. Ora una nuova sfida, da vincere assieme.

Tutte le prove in programma prenderanno il via e termineranno a Mori, ma il territorio coperto dai percorsi sarà molto ampio, come avviene sempre nei rally. Nei giorni scorsi sono state aperte le iscrizioni, che chiuderanno il 25 ottobre.
Venerdì 3 novembre verranno consegnati i road book ai piloti, mentre sabato 4 si susseguiranno in rapida successione le verifiche sportive e tecniche (la mattina), lo shakedown (dalle 11) e la prima prova speciale alle 18, che andrà in scena su un tracciato di 2,82 chilometri con start da località Molini di Ala, in direzione Cazzano, sul territorio del Comune di Brentonico.

Domenica 5, al mattino, ecco altre tre prove speciali: si inizierà con un tratto cronometrato di 6,21 chilometri disegnato tra Dro e Cavedine, passando dall’omonimo Lago. Poi ci si dirigerà in località Viote, sul Monte Bondone, per affrontare la tecnica discesa di 9,16 chilometri che porta a Garniga Terme, sulla medesima strada affrontata in senso opposto nel maggio scorso dalla carovana rosa del Giro d’Italia. La "speciale" successiva si svilupperà a Ronzo Chienis, su un tracciato di 9,16 chilometri, metà in salita e metà in discesa, transitando dal celebre Passo Bordala. Nel pomeriggio i piloti ripeteranno in sequenza le tre prove speciali appena descritte, a precedere l’arrivo in Piazza Cal di Ponte a Mori. I chilometri totali di prove speciali saranno 52.
Per l’edizione del debutto il «Trentino Rally» avrà validità di "gara nazionale", ma l’intenzione degli organizzatori è quella di farla crescere nel tempo. Il comitato organizzatore ha inoltre deciso di introdurre un premio speciale dedicato alla memoria del pilota Ennio Bisinelli, che verrà consegnato al più veloce con una vettura a due ruote motrici.

«Quando Giorgio Sala e Maurizio Pioner mi hanno accennato l’idea di organizzare un rally nel Trentino Occidentale ho subito detto “perché no?”. – ha commentato il presidente di Aci Trento Fiorenzo Dalmeri durante la presentazione dell’evento - Abbiamo accettato volentieri di appoggiare in toto l’organizzazione. Sul nostro territorio abbiamo già eventi di spicco come la Trento-Bondone, la più importante gara in salita a livello europeo. L’auspicio è che questo nuovo rally possa seguirne le orme e conquistarsi una vetrina importante a livello nazionale».

«Il 2023 è stato un anno importante per la Scuderia Trentina. – ha spiegato il presidente della stessa Giuseppe Ghezzi - Abbiamo fatto rinascere la Levico-Vetriolo e ora proporremo questo rally, che andrà a completare idealmente il nostro pacchetto di eventi. Siamo una squadra compatta, forte e competente. Personalmente sono molto ambizioso, sia quanto gareggio sia quanto organizzo. L’obiettivo è di portare questa nuova gara nel calendario del Campionato italiano nel giro di pochi anni. Intanto pensiamo a partire bene, con un ringraziamento d’obbligo a tutte le forze dell’ordine, agli enti e alle amministrazioni locali e ai nostri sponsor, senza il cui sostegno non potremmo proporre e realizzare le nostre manifestazioni».

Nel parterre hanno trovato posto anche autorità e sponsor, tra cui il padrone di casa Alberto Zenatti, presidente della Cantina Colli Zugna, che ha visto nell’evento «un’occasione per far conoscere la cantina e lo splendido territorio che la ospita».
Si sono poi susseguiti gli interventi di Maurizio Pioner, responsabile dei percorsi di gara, degli apripista Giorgio De Tisi (che è pure sponsor con Punto Camper) e Alessandro Taddei, del vice prefetto vicario Massimo Di Donato, dei rappresentanti dei partner Consorzio Autoriparatori Artigiani della Vallgarina e Autoriparatori Trentini Danilo Vicenzi ed Efrem Folgarait, di Fulvio Bolfelli deus ex machina della Scuderia e della Natam, di Giorgio Sala (tra gli ideatori della gara), con una menzione anche per gli altri sponsor Margoni Auto e Rigotti Demolizioni.
Presenti pure il vice presidente della regione Trentino Alto Adige Giorgio Leonardi, l’assessore regionale Lorenzo Ossanna e l’assessore all’agricoltura della Provincia Autonoma di Trento Giulia Zanotelli.

Tutte le informazioni sono disponibili sui canali social dell'evento e sul sito ufficiale all'indirizzo www.trentinorally.it.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 1 sec.