SporTrentino.it
Salita

Merli intasca il Fia Hill Climb Masters 2021

Christian Merli, al volante dell’Osella FA 30 Zytek LRM, conquista il Fia Hill Climb Masters 2021 che s’è disputato a Braga nel nord del Portogallo. Tre manche di gara, dove un super Christian da brivido ha ipotecato il risultato finale con una seconda salita perfetta.

L’emozione di Christian
“Non me lo aspettavo vista la concorrenza. Faggioli è sempre velocissimo e Schatz ha mostrato il potenziale suo e della macchina. Ho fatto una seconda salita che potrei definire perfetta. In quella manche ho vinto il Master. Nel terzo passaggio, con l’asfalto più freddo, ho commesso qualche sbavatura. Sono al settimo cielo. Ci tenevo moltissimo a fare bene e dedico la vittoria a tutti gli sponsor, tecnici e non, che mi hanno permesso questo risultato”.

Un appuntamento biennale che raggruppa i migliori talenti dell’automobilismo continentale provenienti da diciotto nazioni. Il team Italia era guidato da Fiorenzo Dalmeri e capo delegazione di Aci Sport che ha definito l’evento come l’Olimpiade Europea della Velocità in Salita organizzata dalla Federazione Internazionale dell’Automobile.

Si è gareggiato su un percorso decisamente veloce di 2,970 chilometri al posto dei 5,200 della Rampa de Falperra.

Le prove
Caldo e sole nella prima prova ufficiale con Faggioli al comando seguito dal francese Geoffrey Schatz e la sua Nova Oreca dotata di propulsore 1750 turbo a 0”653.

Diego Degasperi è 7°, mentre Christian Merli, al volante dell’Osella FA 30 Zytek, chiude in 28ª posizione a causa d’un testacoda su un tornante. Antonino Migliuolo è quarto in Gruppo 3 con la sua Mitsubishi e Gabriella Pedroni occupa la settima posizione in Gruppo 4 al volante della Mitsu. Nella seconda manche ufficiale il miglior scratch è di Schatz, seguito da Merli e Faggioli, in gara con la Norma M20 FC. Degasperi è settimo a 4”133 al volante della FA 30 GEA. Migliuolo nono in Gruppo 3, mentre Gabry è 5ª nel suo Gruppo con la Lancer di Gruppo N.

La gara
Gara 1 con il francese al vertice, seguito dal neo campione d’Europa Merli a 0”233, mentre Faggioli è terzo a 0”174 dal pilota dell’Osella. Degasperi è ottavo, Migliuolo sale al secondo posto di Categoria e Gabry è 7ª. Gara 2 nel primo pomeriggio ed un super Christian da brivido chiude in 1’02”033 con Faggioli a 0”879. Degasperi è 20° causa problemi sulla sua sport. Non cambia la classifica per Migliuolo e Pedroni. Gara 3, la decisiva e Schatz non sbaglia nulla. Dietro ci sono Faggioli e Merli. Per somma dei tempi Christian Merli s’aggiudica il Master. Degasperi chiude 17° fortemente rallentato da un problema al motore.

Quarto piazzamento per O’Play. ”Bellissima esperienza. Abbiamo lottato contro vetture più performanti della nostra e bisogna lavorare ancora sul mezzo. Di guida ho messo tutto quello che potevo. Un piccolo errore di cambiata in Gara 3, ma bene così. Peccato per il podio, ma i primi erano imprendibili”.

Gabriella Pedroni è sesta e per somma dei tempi scende di una posizione. “Mi aspettavo un risultato diverso, purtroppo qualcosa non è andato nel verso giusto, d'altronde le gare sono così a volte si vince a volte no. Torno comunque orgogliosa di aver fatto parte per la terza volta del team Italia”.

Il podio del Fia Master
1° Merli (Osella FA 30 Zytek LRM), 2° Schatz (Nova Oreca) a 0”359, 3°Faggioli (Norma M20 FC) a 0”617.

Autore
Maurizio Frassoni
© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,406 sec.