SporTrentino.it
Rally

Matteo Daprà quarto assoluto a San Martino

Luca Pedersoli, al volante della Citroen DS3 WRC vince il 41° Rally di San Martino di Castrozza e Primiero. Primo dei trentini e fantastico quarto assoluto Matteo Daprà con la Citroen DS3 WRC. Il pilota di Roverè della Luna è alla sua seconda esperienza con questo tipo di vettura. Non solo, ma il risultato raddoppia di spessore considerando che partecipa solo ad un paio di rally all’anno.

Sul Passo Manghen è asciutto e c’è sole. Il miglior tempo è per Pedersoli con la DS3 WRC seguito da Fontana con la Hyundai WRC e Rossetti al volante della vettura coreana in Gruppo R5. Matteo Daprà è quinto assoluto con identica vettura e secondo tra le “vuerrecì”. Più staccati seguono, sempre in R5, Pioner, Soppa e Bancher. In “Val Malene” di 16,810 chilometri c’ il miglior scarth di Rossetti, mentre Pedersoli è a 1”6. Daprà ottimo 5°. Soppa recupera tre posizioni. Il giovane Daprà fatica con la Clio Rally 4. Tra le R2B, Christian Chemin e Giuseppe Zamboni staccano il secondo tempo. Si transita sulla breve Gobbera di 8,250 chilometri. L’equipaggio Pedersoli – Tomasi torna al comando con Luca Rossetti a 4”3.

Matteo Daprà, alla sua seconda esperienza in WRC occupa saldamente la quinta posizione. Il primo giro termina con Soppa 23°, seguito da Pioner e Bancher. Pellè guida la classifica tra le Suzuki Hybrid, mentre Rino Lunelli con accanto Valentino Morelli in gara con la Mini Cooper sono al vertice della classifica RS Plus. E ancora, Marco Longo è leader tra le Ra5N con la Swift seguito da Luca Manera, altra Suzuki Swift. Nel secondo sul Manghen c’è Rossetti seguito da Pedersoli e Carella. Il pilota di Roverè della Luna è sesto in prove e sale al 4° posto della generale. Ezio Soppa è 20° posto, mentre Dezulian, Pioner e Bancher mantengono le posizioni. Ancora Val Malene con il miglior tempo di Pedersoli e Daprà sesto a 12”. Cesare Rainer è secondo in R3C.

L’equipaggio Pellè – Luraschi sale sul primo gradino del podio con la Hybrid

Marco Longo è leader tra le Ra5N con la Swift

Luca Manera, altra Suzuki Swift è secondo in Ra5N.

Nel 12°Historique Rally San Martino, Tiziano Nerobutto con Franco Battisti ed in corsa con l’Opel Ascona del 1980 a trazione posteriore si scatena sul Manghen, mentre è superato dalla Subaru 4x4 di Nodari in Val Melene. Sulla Gobbera, Zanetti al volante della Ford Sierra Cosworth ha il miglior scratch. Tiziano è 4°, primo tra le due ruote motrici. Secondo passaggio sul Manghen di 22,010 chilometri, dove solo le 4x4 di Nodari e Zanetti sono davanti all’equipaggio Nerobutto – Battisti, rallentato da una foratura. Sesto posto per Lorenzo Delladio con accanto Pietro Elia Ometto su Porsche 944 Carrera RS. In Val Malene, il driver valsuganotto dell’Ascona 400 si mette tutti alle spalle staccando Nodari di 11”8 e Zanetti di 15”6, mentre sull’ultimo passaggio della Gobbera, ormai con il buio, torna al comando la Subaru 4x4 di Nodari. Nella generale Nerobutto è secondo assoluto, primo del suo raggruppamento.

Foto Andrea Dalmonech

Autore
Maurizio Frassoni
© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,453 sec.