SporTrentino.it
Salita

Driver trentini protagonisti ad Ascoli

Christian Merli, al volante della sua Osella FA 30 Zytek LRM, è autore di una gara d’attacco ad Ascoli. Vince Gara 1, mentre nella seconda salita è alle spalle di Faggioli per pochi centesimi. Per somma dei tempi conquista l’argento a solo 0”664 dal toscano. Ha affrontato la 60ª edizione della Coppa Paolino Teodori, gara con doppia validità. È stato il 4° round valido per il Campionato Europeo della Montagna e per il Campionato Italiano Velocità in Montagna. Due manche di 5,031 chilometri.

Il commento di Merli
“Abbiamo vinto in Gara 1, mentre siamo rimasti fermi a lungo in partenza prima dello start di Gara 2 a causa di interruzioni. Quindi abbiamo spinto al massimo. Solo una leggera sbavatura verso il finale, dove ho perso pochi millesimi. Comunque primi tra le monoposto”.

Diego Degasperi è 5° assoluto
“Troppo tempo fermi in partenza per la bandiera rossa. Poi lo start, altra bandiera rossa e siamo ritornati al via. Gomme dure, adatte a temperature più alte che non ci hanno facilitato. Pur gareggiando nell’Europeo vale la regola che non puoi sostituire le coperture tra una gara e l’altra. Macchina ok ed ora ci si vede in Bondone”.

Antonino Migliuolo domina il Gruppo 3
“Tutto bene ed abbiamo incassato il massimo dei punti. La nostra Mitsu è ancora da sviluppare, ma siamo fiduciosi”.

Gabriella Pedroni è prima in Gruppo N
“Sono molto soddisfatta. Ho corso sia per l'italiano che per l'Europeo. Nel primo ho consolidato il mio primo posto di Gruppo. Per il secondo ho fatto una bellissima gara, molto combattuta, dove ho centrato il terzo posto di gruppo 4 con poco distacco dal secondo. Sono pronta per la sfida del Bondone”.

Le prove
Sabato, Merli stacca il miglior riscontro cronometrico in 2’09”373 seguito da Faggioli al volante della Norma M20 FC a 3”364. Diego Degasperi è 5°. Il secondo passaggio è per il pilota di Fiavè in 2’08”058. Il toscano della Norma lo segue, mentre Degasperi è 5°, terzo tra le monoposto. Migliuolo è primo, sempre in Gruppo 3 europeo, mentre Gabry domina il Gruppo N tricolore con la sua Mitsubishi. Da precisare che i regolamenti sono diversi tra europeo e tricolore. Nel Cem si sommano le due gare e viene decretato il vincitore, mentre nel Campionato Italiano sono due gare ben distinte.

La gara
In Gara 1 Merli ferma il cronometro a 2'05”692 ed è il nuovo record del tracciato. É davanti a Faggioli per 0”216 con Degasperi 4°. Il trentino di Sorrento è leader del Gruppo 3 con la Mitsu. Gabriella conquista la vittoria CIVM del Gruppo N. Quindi Gara 2 rallentata verso il finale da numerose interruzioni. Faggioli stacca un altro nuovo record. Per ultimo scatta Merli. Parte in modo aggressivo ed è veloce lungo tutto il tragitto, alla pari con l’avversario. Solo un piccolo errore, una lieve intraversata poco prima del traguardo, dove perde qualche centesimo. È secondo per solo 0”880.

Il podio per somma dei tempi
1° Faggioli (Norma M20 FC), 2° Merli (Osella FA 30) a 0”664, 3° Cubeda (Osella FA 30) a 11”550.

Autore
Maurizio Frassoni
© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,406 sec.