motori.sportrentino.it
SporTrentino.it
Pista

Sala, argento a Lonato nel 3°round del Campionato WSK

Filippo Sala, 10 anni, è salito sul secondo gradino del podio nel terzo appuntamento del Campionato World Series of Karting sul tracciato South Garda Karting Circuit a Lonato in provincia di Brescia in categoria Mini 60. Un fine settimana iniziato alla grande, dove la grinta del giovanissimo talento trentino è emersa alla grande. Una partenza eccezionale ha permesso a Filippo di conquistare la prima Pole Position della sua carriera mondiale in questa categoria. A fine gara è secondo assoluto.

Papà Stefano riassume la performance
“Filippo ha conquistato con grande determinazione la quinta casella di partenza alla ambitissima finale della domenica. Davanti a lui solo i migliori del Mondo: Il cecoslovacco Pesl, Campione Mondiale uscente 2021, lo spagnolo Costoya, l’olandese Hoogendoorn ed il belga Van Langendonck. Dieci giri di gara, dove i primi cinque hanno lottato sino all’ultimo metro. Una trentina di sorpassi in una gara spettacolare. Dopo essere balzato in testa nel penultimo giro, Filippo ha chiuso con un sorprendente secondo gradino del podio. Un risultato che varrebbe una carriera se non si trattasse del più giovane pilota pretendente al titolo con ancora un importante potenziale da capitalizzare”.

Il Campionato WSK
“La sigla è World Series of Karting: il Campionato mondiale della disciplina sportiva del kart ormai diventata necessariamente propedeutica alla Formula 1. Per arrivarci si segue un percorso complesso. Circa 3000 ragazzi, tra i 9 ed i 13 anni, si candidano all’evento in oltre 40 paesi nel mondo. Circa venti eventi annuali locali sanciscono i migliori di ogni paese che potranno partecipare alle undici gare che si tengono unicamente in Italia durante tutto l’arco dell’anno. Il numero dei partecipanti alla finale è chiuso e consiste in 108 piloti. Qui erano presenti piloti provenienti da 40 paesi. Ogni appuntamento inizia il mercoledì con le prove libere e dopo 5 giorni di selezioni durissime i migliori 72 accedono alla prefinale e solo i 36 migliori al mondo prendono parte alla finale. Dietro ad ogni bambino si muove un intero staff di circa sei persone. Un responsabile della telaistica che si occupa delle regolazioni del mezzo, un motorista che modifica i 4 motori a disposizione per ottimizzarne la performance, un ingegnere telemetrista incaricato a raccogliere i dati ed elaborare le adeguate strategie ed infine, molto determinante, la presenza dell’esperto coach Giampaolo Viani che, usando i supporti multimediali e le più sofisticate tecniche di training mentale, forma, motiva e scandisce le emozioni del bambino ed infine un coordinatore generale che amalgama il team”.

Le prime due gare
“Sempre a Lonato, dove nella prima ha fatto la Pole, ma nelle manche ha subito un incidente ed ha terminato decimo. La seconda ha rifatto la Pole. In finale era secondo, lo hanno urtato ed è finito quarto. Diciamo che ci eravamo vicini da un po’ a questo podio. In campionato è 4° assoluto con due piloti secondi a pari merito”.

La scuola
“Domani Filippo ha la prova di matematica. Ci tengo molto che il bambino si strutturi culturalmente, perché molto facilmente lo aspetterà un mondo nel quale non si può arrivare impreparati. I suoi social si stanno riempiendo di bambini che lo seguono e ci tengo che possa diventare un esempio di rettitudine e senso di responsabilià. Solo la cultura e la consapevolezza potranno permetterci di raggiungere i nostri obbiettivi”.

Autore
Maurizio Frassoni
© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,547 sec.