SporTrentino.it
Motocross

A Pietramurata Cairoli torna al trionfo in MXGP, Geerts in MX2

Un’incantevole scenario naturale ha accolto il primo dei tre GP trentini sullo spettacolare circuito Ciclamino, sempre ben curato dai gestori del Moto Club Arco. La vista delle imponenti pareti rocciose che si ergono dal circuito offrono uno dei panorami più belli di questo scenografico territorio dell’Alto Garda.
Si è avvertita molto la mancanza del pubblico con le festose incitazioni, i colori, le standing ovation; è mancata una grande fonte di energia per tutto il circus. Ma non per questo gli organizzatori di Infront e del Moto Club Arco si sono risparmiati per offrire a piloti e addetti ai lavori la migliore accoglienza e una pista sempre al top.
A compensare parzialmente l’assenza di spettatori è stata pianificata una buona programmazione televisiva, che ha mandato in onda sia sui canali internet e sia in TV dirette di tutte le gare di questo come dei prossimi GP in Trentino in programma questa settimana, a partire da martedì 3 con le gare dell’EMX Open e 2T, e mercoledì 4 novembre con il GP di Pietramurata, per replicare ancora sabato 7 con le gare dell’EMX Open e 2T, e domenica 8 novembre con il GP del Garda – Trentino.
Un anno eccezionale per quanto insolito che sinora, tuttavia, non ha mancato di stupire regalando emozioni come poche altre volte prima.
Le gare mondiali di ieri hanno visto le affermazioni di Tony Cairoli (Red Bull Ktm Factory Racing) nella MXGP e del belga Jago Geerts (Monster Energy Yamaha) nella MX2.
Il pilota siciliano della Ktm ha conquistato il MXGP del Trentino grazie a due secondi posti, prima dietro a Gajser e poi a Desalle. La seconda posizione di giornata, con una vittoria e un quarto posto di manche, è andata allo sloveno leader di classifica Tim Gajser (HRC Honda) che è sempre più vicino al titolo 2020, forte dei 73 punti di vantaggio su Cairoli. Sul podio anche il belga Clement Desalle (Monster Energy Kawasaki Racing) che al sesto posto di gara uno ha sommato una bellissima vittoria nella ripresa che gli sono valsi il terzo gradino di giornata.
In trionfo anche il belga Jago Geerts (Monster Energy Yamaha Factory) in classe MX2 dopo aver unito un quarto posto in avvio alla vittoria di gara due, anticipando così sul podio assoluto il danese dominatore della prima finale Thomas Kjjer Olsen (Rockstar Energy Husqvarna Factory Racing) e il francese leader del campionato Tom Vialle (Red Bull Ktm Factory Racing), che ha chiuso le due finali secondo e terzo.

La cronaca delle gare

Prima manche MXGP: Holeshot dello sloveno capoclassifica Tim Gajser (HRC Honda) che anticipa Tony Cairoli (Red Bull Ktm Factory Racing). Al passaggio inaugurale dietro alla coppia di testa passa lo svizzero Arnaud Tonus (Monster Energy Yamaha Factory Racing), lo svizzero Jeremy Seewer (Monster Energy Yamaha Factory Racing), il viterbese Alessandro Lupino (Gebben Van Venrooy Yamaha), Gautier Paulin (Monster Energy Yamaha Factory Racing). Michele Cervellin (SDM Corse Yamaha) transita 11° davanti a Ivo Monticelli (Standing Construct GasGas). Sigilla la gara lo sloveno Gajser tenendosi a distanza dall’inseguitore Cairoli, finendo in questo ordine davanti a Seewer che occupa l’ultimo gradino del podio. Alle spalle del terzetto di testa arrivano nell’ordine Paulin, Tonus, Desalle e Lupino che ha conquistato un buon settimo posto, a due lunghezze da Monticelli. Undicesimo chiude la sessione Cervellin, mentre Bernardini è 18°.

Seconda manche MXGP: Ottimo avvio di Clement Desalle nella manche conclusiva. Alle spalle del belga transita un grintosissimo Tony Cairoli, al quale spetta il compito non solo di provare a spodestare il battistrada ma anche di contenere, alle sue spalle, gli eventuali attacchi di Gautier Paulin. L’ordine del trenino di testa continua con Jeremy Seewer, Alessandro Lupino e poco più dietro Ivo Monticelli.
In testa l’alfiere del team Monster Energy Kawasaki è deciso, proprio come lo è Cairoli che inizia subito a fare pressione al capofila. Con il passare dei giri le prime tre posizioni diventano stabili e così, dopo 20 giri, la bandiera a scacchi legittima la vittoria di Desalle che si aggiudica una manche, come già accaduto al Ciclamino nel 2014. Sale sul gradino intermedio del podio di questa finale Antonio Cairoli che in virtù di questo risultato si aggiudica il GP del Trentino 2020, tornando al trionfo dopo la prova faentina del 13 settembre scorso.
Terzo in gara e quarto assoluto Gautier Paulin, mentre a Gajser spetta il quarto posto della seconda manche, il secondo di giornata e il sempre più solido primo posto in graduatoria di campionato.
Buon settimo il pilota viterbese Alessandro Lupino che anticipa il marchigiano Ivo Monticelli. Quindicesima piazza per Michele Cervellin.

Prima manche MX2: Il belga Jago Geerts (Monster Energy Yamaha) conquista l’holeshot della prima manche classe MX2 e al primo passaggio è seguito dal leader del campionato Tom Vialle (Red Bull Ktm Factory Racing), quindi l’austriaco Michael Sandner (Diga Procross GasGas), il danese Thomas Kjer Olsen. Gli italiani sono dal 14° posto con Morgan Lesiardo (Honda 114 Motorsport), 26° Leonardo Angeli (Steels Dr Jack – Ktm) a due lunghezze da Joakin Furbetta (Ktm Beddini MX2 – Ktm).
Al quarto passaggio la moto di Geerts si insabbia e il francese Tom Vialle, seguito da Olsen e Jed Beaton (Rockstar Energy Husqvarna) ne approfittano per superarlo. Se ne avvantaggia subito Vialle guadagnando metri sul più veloce delle time practice del mattino, Thomas Kjer Olsen (Rockstar Energy Husqvarna).
A due terzi di gara l’attacco di Olsen si risolve con il sorpasso sul capofila francese e così va a vincere sei giri più tardi anticipando nell’ordine Vialle e Beaton sul podio.
Gli italiani chiudono con Lesiardo che sfiora la top ten con l’undicesimo posto, mentre Angeli finisce 29° davanti a Furbetta.

Seconda manche MX2: È Tom Vialle stavolta a prendere il comando della gara sin dalla partenza, poi dietro si sono accodati Thibault Benistant (Hutten Metaal Yamaha Racing), Michael Sandner (Diga Procross GasGas), Olsen, Geerts e tutti gli altri. Oltre la ventesima posizione partono Lesiardo e Angeli. A metà gara Vialle commette un errore nella prima curva dopo la partenza e perde la testa del gruppo favorendo l’ascesa dei suoi più diretti inseguitori Geerts e Benistant che sono saliti rispettivamente al primo e al secondo posto dietro a Vialle. Il belga al comando gestisce al meglio il vantaggio portando a frutto la sua posizione tagliando il traguardo per primo davanti a Benistant, Vialle, Olsen e Renaux, che risale dalla decima posizione. 17a posizione per Lesiardo e 27a per Angeli.
Il round trentino vede così l’affermazione assoluta di Jago Geerts sul podio prima di Olsen e del capoclassifica Vialle.

Le classifiche

MX2 - Grand Prix Race 1: 1. Thomas Kjer Olsen (DEN, Husqvarna), 33:39.847; 2. Tom Vialle (FRA, KTM), +0:02.030; 3. Jed Beaton (AUS, Husqvarna), +0:03.309; 4. Jago Geerts (BEL, Yamaha), +0:04.458; 5. Ruben Fernandez (ESP, Yamaha), +0:19.387; 6. Conrad Mewse (GBR, KTM), +0:25.807; 7. Isak Gifting (SWE, GASGAS), +0:34.751; 8. Maxime Renaux (FRA, Yamaha), +0:40.672; 9. Roan Van De Moosdijk (NED, Kawasaki), +0:41.501; 10. Ben Watson (GBR, Yamaha), +0:42.148.
MX2 - Grand Prix Race 2: 1. Jago Geerts (BEL, Yamaha), 33:54.442; 2. Thibault Benistant (FRA, Yamaha), +0:02.098; 3. Tom Vialle (FRA, KTM), +0:07.817; 4. Thomas Kjer Olsen (DEN, Husqvarna), +0:12.890; 5. Maxime Renaux (FRA, Yamaha), +0:23.178; 6. Ben Watson (GBR, Yamaha), +0:24.818; 7. Isak Gifting (SWE, GASGAS), +0:41.620; 8. Roan Van De Moosdijk (NED, Kawasaki), +0:43.197; 9. Jed Beaton (AUS, Husqvarna), +0:44.327; 10. Kevin Horgmo (NOR, KTM), +0:52.799.
MX2 - GP: 1. Jago Geerts (BEL, YAM), 43 points; 2. Thomas Kjer Olsen (DEN, HUS), 43 p.; 3. Tom Vialle (FRA, KTM), 42 p.; 4. Jed Beaton (AUS, HUS), 32 p.; 5. Maxime Renaux (FRA, YAM), 29 p.; 6. Thibault Benistant (FRA, YAM), 28 p.; 7. Isak Gifting (SWE, GAS), 28 p.; 8. Ben Watson (GBR, YAM), 26 p.; 9. Roan Van De Moosdijk (NED, KAW), 25 p.; 10. Ruben Fernandez (ESP, YAM), 25 p.
MX2 - World Championship Classification: 1. Tom Vialle (FRA, KTM), 693 points; 2. Jago Geerts (BEL, YAM), 620 p.; 3. Maxime Renaux (FRA, YAM), 505 p.; 4. Thomas Kjer Olsen (DEN, HUS), 489 p.; 5. Jed Beaton (AUS, HUS), 488 p.; 6. Ben Watson (GBR, YAM), 466 p.; 7. Roan Van De Moosdijk (NED, KAW), 442 p.; 8. Conrad Mewse (GBR, KTM), 327 p.; 9. Ruben Fernandez (ESP, YAM), 304 p.; 10. Stephen Rubini (FRA, HON), 235 p.
MXGP - Grand Prix Race 1: 1. Tim Gajser (SLO, Honda), 35:06.977; 2. Antonio Cairoli (ITA, KTM), +0:07.891; 3. Jeremy Seewer (SUI, Yamaha), +0:30.105; 4. Gautier Paulin (FRA, Yamaha), +0:34.388; 5. Tonus Arnaud (SUI, Yamaha), +0:40.260; 6. Clement Desalle (BEL, Kawasaki), +0:44.522; 7. Alessandro Lupino (ITA, Yamaha), +0:48.919; 8. Jordi Tixier (FRA, KTM), +0:53.606; 9. Ivo Monticelli (ITA, GASGAS), +1:13.961; 10. Valentin Guillod (SUI, Honda), +1:23.450;
MXGP - Grand Prix Race 2: 1. Clement Desalle (BEL, Kawasaki), 35:15.111; 2. Antonio Cairoli (ITA, KTM), +0:02.221; 3. Gautier Paulin (FRA, Yamaha), +0:09.072; 4. Tim Gajser (SLO, Honda), +0:12.282; 5. Jeremy Seewer (SUI, Yamaha), +0:19.978; 6. Romain Febvre (FRA, Kawasaki), +0:44.120; 7. Alessandro Lupino (ITA, Yamaha), +0:45.684; 8. Ivo Monticelli (ITA, GASGAS), +0:57.306; 9. Brian Bogers (NED, KTM), +0:58.992; 10. Brent Van doninck (BEL, Yamaha), +1:00.107.
MXGP - GP Classification: 1. Antonio Cairoli (ITA, KTM), 44 points; 2. Tim Gajser (SLO, HON), 43 p.; 3. Clement Desalle (BEL, KAW), 40 p.; 4. Gautier Paulin (FRA, YAM), 38 p.; 5. Jeremy Seewer (SUI, YAM), 36 p.; 6. Alessandro Lupino (ITA, YAM), 28 p.; 7. Ivo Monticelli (ITA, GAS), 25 p.; 8. Arnaud Tonus (SUI, YAM), 24 p.; 9. Romain Febvre (FRA, KAW), 22 p.; 10. Jordi Tixier (FRA, KTM), 22 p.
MXGP - World Championship Classification: 1. Tim Gajser (SLO, HON), 626 points; 2. Antonio Cairoli (ITA, KTM), 553 p.; 3. Jeremy Seewer (SUI, YAM), 535 p.; 4. Romain Febvre (FRA, KAW), 487 p.; 5. Jorge Prado (ESP, KTM), 476 p.; 6. Gautier Paulin (FRA, YAM), 441 p.; 7. Clement Desalle (BEL, KAW), 402 p.; 8. Glenn Coldenhoff (NED, GAS), 375 p.; 9. Jeremy Van Horebeek (BEL, HON), 307 p.; 10. Jeffrey Herlings (NED, KTM), 263 p.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,125 sec.