Salita
mercoledì 28 agosto 2019
MOTORI
Merli, Degasperi e Migliuolo a Bistrica in Slovenia
di Maurizio Frassoni

Diciamo subito che potrebbe essere l’ultimo appuntamento per Christian Merli nel Campionato Europeo Velocità in Montagna, quello della 25ª edizione Ilirska Bistrica in Slovenia. Dita incrociate prima dell’11° round Cem. Se Christian dovesse salire, rigorosamente parlando al condizionale, in vetta in Gruppo E2 SS è Campione d’Europa 2019. Già, il regolamento prevede l’assegnazione dei 25 punti a gara sia al vincitore del Gruppo Monoposto (leggi Merli con’Osella FA 30 Zytek LRM) sia al miglior pilota delle biposto sport, ossia Faggioli con la Norma. I due prototipi sono diversi, certo, ma è probabile che quest’anno, proprio a Trento a novembre, possano essere premiati due campioni europei assoluti. La classifica provvisoria del Campionato Europeo della Montagna vede il pilota ufficiale Osella Christian Merli in vetta con 225 punti appaiato appunto a Simone Faggioli. Alle sue spalle Christoph Lampert con l’Osella FA 30 a quota 153, mentre Diego Degasperi è quarto a 147 punti. Ad oggi, il campione trentino, in gara con l’Osella FA 30 Zytek LRM gommata Avon, ha vinto l’assoluta in Francia, Austria, Portogallo, Spagna e Repubblica Ceca, mentre in Bondone, Slovacchia, Polonia e Svizzera s’è imposto Faggioli con Merli sul secondo gradino del podio. Il pilota del Team Blue City Motorsport ha comunque ha vinto il Gruppo E2 SS in ogni gara.

L’intervista a Christian
“Con la vittoria di Gruppo si potrebbe concludere la stagione con il massimo del punteggio. Questo è l’obiettivo”.

Il regolamento Cem. Due piloti Campioni d’Europa?
“Ci può stare. Tutto sommato Simone ed io siamo in parità. Certo sarebbe più logico premiare il vincitore assoluto con qualche punto in più. Sarebbe più avvincente. Vedi, ci stiamo sfidando al limite anche se è solo una soddisfazione personale conquistare l’assoluta”.

Christian descrive il tracciato di Bistrica
“Una corsa nella zona nord orientale della Slovenia, vicina al confine austriaco. La salita è lunga 5,010 chilometri da affrontare due volte con tre manche di prova. S’inizia con un primo tratto misto veloce con curve da fare in pieno. Segue una staccata importante per affrontare una chicane artificiale. Quindi un dosso, un cenno di discesa per poi salire con curve impegnative da 3ª e 4ª marcia. S’arriva al primo tornante sinistro per poi affrontare due tornanti intervallati da due rettilinei ed un curvone destro seguito da un allungo veloce, dove a metà c’è un’altra chicane. Infine una curva sinistra da affrontare in pieno ed arrivi ad una destra impegnativa da quarta marcia. Poco dopo c’è l’arrivo”.

Esordio sul tracciato sloveno per Degasperi
“Ho visto il camera car su Internet ed è molto veloce. Dopo l’ottimo piazzamento in Svizzera mi gioco la terza posizione nella classifica Cem e cercherò di lottare nel migliore dei modi contro l’austriaco Lampert. Un elenco iscritti incredibile con ben 18 vetture tre litri in gara. Sarà battaglia sin dai primi metri delle prove”.

Antonino Migliuolo
”Credo possiamo avere un buon potenziale. Ci sono tanti avversari nella Categoria 1. Attualmente sono 2° assoluto e primo del Gruppo N. Abbiamo avuto la soddisfazione d’aver battuto i big in più occasioni. Onorerò la stagione sino all’ultima gara”.

Il calendario CEM
14/4 Col Saint Pierre (Francia) vincitore Merli, 28/4 Rechbergrennen (Austria) vincitore Merli, 12/5 Rampa Internacional da Falperra – Portogallo vincitore Merli, 19/5 Subida al Fito (Spagna) vincitore Merli, 2/6 Ecce Homo (Repubblica Ceca) vincitore Merli, 16/6 Glasbachrennen 2018 (Germania) vincitore Lampert, 7/7 Trento - Bondone (Italia) vincitore Faggioli, 21/7 Dobsinsky Kopec (Slovacchia) vincitore Faggioli, 28/7 Limanowa (Polonia) vincitore Faggioli, 18/8 Course de Côte de Saint Ursanne (Svizzera) vincitore Faggioli, 1/9 Bistrica (Slovenia), 15/9 Buzetski Dani (Croazia).

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,11 sec.

Inserire almeno 4 caratteri