Rally
sabato 21 aprile 2018
MOTORI
Ottima performance dei driver trentini nel 10° Liburna Terra
di Maurizio Frassoni

Fantastica prestazione degli equipaggi trentini nella 10ª edizione del Liburna Terra, ultima gara del Challenge Raceday Rally Terra e nel contempo la prima del Campionato Italiano Rally Terra.

Alessandro Taddei al volante della Skoda Fabia R5 e con al fianco Andrea Gaspari, è autore d’una straordinaria performance nell’ultima speciale. Conquista così il secondo posto assoluto a soli 3” dal vincitore Giacomo Costenaro.

L’intervista a Taddei
“Sicuramente è stata una bella lotta, ma abbiamo sofferto per un assetto troppo morbido nella prima fase di gara. Dopo le modifiche, nell’ultimo tratto cronometrato eravamo al top. Abbiamo vinto la prova e siamo arrivati ad un soffio dal primo gradino del podio. Splendida gara, molto veloce. Siamo soddisfatti”.

Il 10° Liburna Terra
Il rally con sede a Volterra, presentava la prova di Ulignano di 13,08 chilometri e la novità con la speciale di Serraspina di 5,29 chilometri, che s’è disputata in modo inverso rispetto alla passata edizione. Prove da ripetere tre volte.

Alessandro Bettega con al fianco Simone Scattolin era allo start con la Skoda Fabia R5. Il portacolori della Scuderia Pintarally Motorsport è 4° assoluto.

Il commento del driver di Molveno
“Non ci siamo ancora. Sulla prima prova ho forato e perso secondi preziosi. Quindi abbiamo lavorato per trovare il giusto assetto. Faticavo a guidarla a causa del sovrasterzo. È stato un lungo test in gara. Comunque soddisfatti”.

L’entusiasmo di Cobbe
Luciano Cobbe, 9° assoluto con la Fabia R5, è il dominatore assoluto del Challenge Raceday Rally Terra per il secondo anno consecutivo.
“È il massimo e sono felicissimo. Sono risalito sulla Skoda dopo un anno ed abbiamo gestito la nostra gara. L’obbiettivo era rivincere la classifica assoluta del Challenge e ci siamo riusciti. Davvero una grande soddisfazione per noi”.

Prestazione maiuscola per Alessandro Nerobutto
Decimo assoluto e primo in Gruppo R2B c’è Alessandro Nerobutto. Il ventiduenne driver di Borgo Valsugana è stato autore d’una prestazione maiuscola.
“Alla nostra terza gara con la 208 è arrivata la vittoria in R2B e siamo primi tra le due ruote motrici. Siamo partiti a testa bassa sin dalla prima speciale e conquistato due scratch. Meglio di così non poteva andare”.

La vittoria di Rigo
Riccardo Rigo affiancato da Alessio Angeli s’aggiudica il Gruppo N con la Mitsubishi Lancer.
“Prima vittoria con la Mitsu. Primi nel Raceday e nel Tricolore Terra. Bottino pieno. Splendida gara, dove abbiamo testato gomme diverse che ci davano qualche difficoltà in staccata. Alla fine è arrivato il risultato. Una grande soddisfazione. Se continuo nel Campionato Rally Terra? Ci stiamo facendo un pensierino”.

Nicolini, 1° nel Raceday N3, 1° Trofeo Pirelli
Pio Nicolini, navigato da Franco Fedel ed in gara con la Subaru Impreza diesel sale sul terzo gradino del podio in classe N3.
“Che dire? Primi nel Raceday N3, primi nel Trofeo Pirelli ed il bronzo. La nostra vettura è pesante ed in una gara come questa, con poche ripartenze, si fatica a mantenere il ritmo. Giornata splendida”.

Walter Begher al volante della Peugeot 207, è autore d'una gran rimonta e sale sul secondo gradino del podio tra le S2000.
"La gara è stata molto dura sia il fondo insidioso sia per il caldo. Nelle prime due speciali sono stato protagonista di un dritto fortunatamente risolto da una via di fuga. Poi, rientrato in speciale, tra nervosismo e irruenza ho fatto altri errori grossolani. Meglio nelle due speciali centrali dove sono riuscito a fare un buon tempo e soprattutto a divertirmi. Nell'ultima parte della giornata ho amministrato al meglio per arrivare a festeggiare a Volterra. Ero letteralmente spossato causa il caldo torrido fuori e dentro la macchina. Comunque tutto positivo, visto che abbiamo fatto molti chilometri. Sono riuscito a festeggiare con il Motor Team Ferrari ed alla scuderia Pintarally".

La classifica
1°Costenaro/Bardini (Skoda Fabia R5), 2° Taddei/Gaspari (Skoda Fabia R5) a 3”1, 3° Ceccoli/Capoongo (Skoda Fabia R5) a 3”3, 4°Bettega/Scattolin (Skoda Fabia R5) a 6”1.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,469 sec.

Inserire almeno 4 caratteri