Rally
lunedì 29 gennaio 2018
MOTORI
Ogier spadroneggia al Rallye di Montecarlo
di Maurizio Frassoni

Dopo 1.642 chilometri di gara, dove 389 costituivano le 17 prove speciali del primo appuntamento del Campionato del Mondo Rally, Sebastien Ogier con al fianco Julien Ingrassia, sale per la quinta volta consecutiva sul primo gradino del podio nella 89ª edizione del Rally di Montecarlo. Al volante della Ford Fiesta WRC, il cinque volte campione del mondo ha dominato la gara, che vale una stagione, sin dal primo tratto cronometrato. S’è corso da giovedì sino alla domenica. Dunque, Sébastien Ogier è al suo sesto trionfo nella kermesse monegasca, il quinto di fila, ed incassa la 41ª vittoria in carriera.

Il commento del vincitore
"Il Montecarlo è stato ancora una volta una grande sfida, ogni volta che veniamo qui sappiamo che sarà dura, ma è bello iniziare la stagione in questo modo. Non ho mai fatto così tanta fatica con la scelta delle gomme, le condizioni cambiavano di continuo. Per fortuna siamo riusciti a sbagliare meno degli altri, e con conseguenze minori, ed ecco come siamo riusciti a vincere per la quinta volta consecutiva. Sabato mattina è stata una delle prove speciali più dure della mia carriera, ed è stato un sollievo arrivare alla fine. Tutto il giorno è stato duro per la gestione delle gomme, e sono contento di essere riuscito a mantenere un certo margine. Mi aspettavo che oggi fosse più facile, ma quando ci siamo svegliati ci hanno detto della brina e ghiaccio sul Turini, ed è stata dura fino alla fine. Per la Power Stage non avevo le gomme ideali, e non ho potuto battermi fino alla fine. Attualmente ogni punto è importante, e sono contento di averne preso uno in più".

Come detto, l’equipaggio Ogier - Ingrassia è scattato a testa bassa con la Ford Fiesta sin dalla prima insidiosissima prova Thoard-Sisteron. Tanti i tranelli che hanno subito messo fuori causa diversi avversari, a cominciare da Thierry Neuville in gara con la Hyundai i20 Coupè WRC rimasto in bilico su una lastra di ghiaccio per oltre 4 minuti.
Ogier ha poi compiuto il capolavoro sulla innevata prova di 29,16 chilometri da Agnières-en-Dévoluy a Corps, del sabato. Il campione francese s’è scatenato là dove gli avversari affrontavano la prova definita “in condizioni orribili”. Ha rifilato distacchi pesanti a Ott Tanak, all’esordio con la Toyota Yaris WRC.

L’equipaggio Latvala-Anttila con la Yaris WRC è ottimo 3°. Uno dei più bei risultati di sempre del team bianco-rosso.

Gli italiani
Tra le Wrc2 sbalordisce Kalle Rovanpera al volante della Skoda Fabia, mentre Eddie Sciessere con al fianco Flavio Zanella, conquista l’argento con la Citroen Ds3. Enrico Brazzoli, allo start con la Peugeot 208 R2 sale sul primo gradino del podio tra le Wrc3.

Prove Speciali vinte:
5 Thierry Neuville, 4 Ott Tanak e Sebastier Ogier, 2 Elfyn Evans, 1 Andreas Mikkelsen e Kris Meeke

La classifica finale
1° Ogier-Ingrassia (Ford Fiesta WRC), 2° Tanak-Jarveoja (Toyota Yaris WRC) a 58”3, 3° Latvala-Anttila (Toyota Yaris WRC) a 1’52”, 4° Meeke-Nagle (Citroen C3 WRC) a 4’43”1, 5° Neuville-Gilsoul (Hyundai i20 WRC) a 4’53”8, 6° Evans-Barritt (Ford Fiesta WRC) a 4’54”8, 7° Lappi-Ferm (Toyota Yaris WRC) a 4’57”5, 8° Bouffier-Panseri (Ford Fiesta WRC) a 7’39”5, 9° Breen-Martin (Citroen DS3 WRC) a 9’06”7, 10° Kopecky-Dresler (Skoda Fabia R5) + 16’43”.

Classifica Piloti
1. Ogier punti 26; 2. Tanak 18; 3. Latvala e Meeke 17; 5. Neuville 14; 6. Evans 8; 7. Lappi 6; 8. Bouffier 4; 9. Mikkelsen 3; 10. Breen 2.
(FOTO ANDREA DALMONECH)

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,469 sec.

Inserire almeno 4 caratteri