Salita
domenica 15 ottobre 2017
MOTORI
Nadalini conquista il Gruppo A nel TIVM
di Maurizio Frassoni

Stefano Nadalini, al volante della Mitsubishi Lancer Evo 8, conquista a Cividale la vittoria del Gruppo A nel Trofeo Italiano della Montagna.

Gino Pedrotti, pur con problemi alla frizione, è 7° assoluto con la sua Formula Renault e secondo tra le monoposto due litri.

Marco Cappello, dopo aver vinto la Classe Racing Start 1600 nel campionato tricolore, si ripete anche nel Tivm.

La cronoscalata
S’è disputata la 40ª edizione della cronoscalata Cividale – Castelmonte vicino Udine. Era il 12° ed ultimo appuntamento Trofeo Italiano Velocità in Montagna – Zona Nord con un coefficiente di punteggio 1,5. Sicuramente un percorso di 6,395 chilometri molto tecnico e sinuoso con peculiarità molto diverse da quelle che solitamente caratterizzano questa tipologia di gare tanto da renderlo unico: sede stradale stretta con sei tornanti, 34 curve molto diverse tra loro, un impegnativo tratto in discesa che porta ad una variante, un dosso sul quale le vetture si staccano dal terreno e due chicane.

Nadalini, l’esordiente
“Gare tutte nuove, tranne che in Bondone, dove avevo già affrontato la corsa l’anno scorso con la Formula Gloria. Ma guidare la Mitsu è tutt’altra cosa. Quest’anno la mia prima salita, come detto sconosciuta, è stata ad Ascoli, dove mi sono classificato secondo dietro al campione Rudy Bicciato. Non speravo nemmeno lontanamente in un risultato del genere alla prima corsa. Poi il terzo posto in Bondone, argento al Nevegal e la vittoria ad Orvieto nella gara valida per il TIVM. Ancora secondo a Pedavena alle spalle di Bicciato ed infine qui a Cividale dove ho affrontato la corsa con cautela. Mi bastava un secondo posto per aggiudicarmi il titolo e così è stato. Salita difficile, stretta, ricca d’insidie, curve, tornanti e chicane. Non abbiamo sbagliato ed intasco, al mio primo vero anno di gare il titolo di dominatore di Gruppo A. Davvero una grande soddisfazione, visto che ero esordiente. Ho iniziato con i kart nel 2015 per poi passare al trofeo Formula 3 in pista e nello stesso anno ho affrontato gli slalom ed il Bondone con la Formula Gloria. Lo scorso anno solo una gara, sempre quella di casa e sempre con la Formula Gloria, mentre quest’anno ho provato per la prima volta la Mitsu di Gruppo A. Subito c’è stato buon feeling ed il risultato è fantastico”.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,453 sec.

Inserire almeno 4 caratteri