Varie
venerdì 10 agosto 2018
MOTORI
Lamborghini premia E-Agle Trento Racing Team
di Maurizio Frassoni

Il Team E-Agle Trento Racing, la squadra corse dell’Università degli Studi di Trento ha partecipato in luglio alla Formula SAE Italy 2018. Grande soddisfazione per Chimera Evoluzione, monoposto elettrica interamente costruita dagli studenti dell’Università di Trento. Alle spalle del progetto sono coinvolti 58 futuri ingegneri e dodici studenti d’Economia. La Squadra Corse s’è aggiudicata il prestigioso Premio Lamborghini per il miglior sistema HMI (Human Machine Interface) ossia l’interazione, tramite il volante, tra l’uomo, la macchina ed il box. Il volante è simile a quello delle Formula 1, dove tutti i dati sono visibili sullo schermo. Ed i paddle, le leve posizionate dietro al volante, permettono di modificare le impostazioni della schermata ed ovviamente informare il pilota ed il muretto box. Ben cinque giorni di gare presso l’Autodromo di Varano De’ Melegari a Parma, a cui hanno partecipato circa 90 squadre provenienti da 26 Paesi di tutto il mondo.

Il racconto del Team Leader Andrea Gecchele
“Delle sedici squadre italiane presenti alla competizione, solo i team di Trento, Padova, Torino e Roma La Sapienza hanno presentato in pista veicoli a propulsione elettrica. Nei primi due giorni la squadra è stata impegnata nell’allestimento del paddock e nella preparazione del veicolo alle ispezioni tecniche, cioè le sessioni in cui i giudici verificano che tutti i parametri di sicurezza del veicolo siano conformi al regolamento e rispettino determinati standard tecnici. Purtroppo in questa prima fase Chimera Evoluzione ha sofferto di malfunzionamento della scheda che controlla lo stato di carica delle celle e la temperatura. Quindi sono sorti problemi di comunicazione con la centralina. Un imprevisto che non ha permesso alla nostra monoposto di partecipare alle prove dinamiche”.

Un successo le prove statiche
“Nella presentazione del Business Plan abbiamo riscosso un grande successo con un ottimo 4° posto assoluto e primi tra le squadre italiane. Questa fase consiste nel simulare la costruzione e la produzione di serie della monoposto. Quindi convincere la giuria composta dai maggiori esperti italiani del settore riguardo la bontà della proposta imprenditoriale. Sicuramente da sottolineare anche l’ottimo andamento della Design Presentation, in cui i giudici hanno apprezzato particolarmente l’ottimo lavoro di revisione e miglioramento di Chimera Evoluzione, definendola di tutt’altro livello rispetto al precedente anno e in grado di battersi ad armi pari con le migliori squadre presenti alla competizione. Altra soddisfazione anche nel report della lista dei costi dei componenti, ossia la descrizione di tutte le parti della monoposto. In generale il team è riuscito a totalizzare più del doppio dei punti dello scorso anno, salendo di graduatoria nel ranking mondiale e scalando la classifica generale”.

La presenza di Giampaolo Dallara
Durante le cinque impegnative giornate a Varano, la Squadra E-AGLE Trento Racing Team ha avuto la possibilità di confrontarsi con numerosi team provenienti da tutto il mondo ed ha visto la presenza di affermati ingegneri delle più importanti case automobilistiche e di conoscere, tra gli altri, il grande progettista Giampaolo Dallara, fondatore dell’omonima società produttrice di telai per Indycar, Formula E, Gp3, Formula 2 ed il team Haas di Formula 1.


Emozione per il premio della Casa di Sant’Agata Bolognese
“La premiazione Lamborghini – prosegue Andrea Gecchele - è stato un momento indescrivibile per i ragazzi del team. Il frutto del lavoro di 12 intesi mesi è stato premiato da una delle case automobilistiche più celebri al mondo. Ma il team non si è certo fermato, fin dal giorno dopo la conclusione dell’evento ha ripreso incessantemente il proprio lavoro in vista della futura gara che si terrà dal 22 al 26 agosto presso l’Autodromo Montmelò a Barcellona, e sarà la prima trasferta internazionale della Squadra. In questi giorni prima della gara spagnola stiamo testando il veicolo nel circuito Safety Park di Vadena a Bolzano e siamo fiduciosi di poter ottenere un grande risultato a Barcellona, dato che tutti i test hanno dato esiti positivi”.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,5 sec.

Inserire almeno 4 caratteri