SporTrentino.it
Rally

A Sanremo Farina e Pellè a podio

Nel secondo appuntamento del Campionato Italiano Rally a Sanremo, l’equipaggio composto da Fabio Farina in coppia con Luca Guglielmetti conquista il terzo gradino del podio nell’affollata Classe R2B al volante della Peugeot 208 dopo una grande rimonta, mentre Roberto Pellè con Giulia Luraschi sul sedile di destra ed in gara con la Suzuki Swift sono secondi in Classe R5Nh.
Manifestazione scattata sabato con la prova di “Bajardo” lunga 2 chilometri, dove gli equipaggi, vista la pioggia e nebbia, hanno prudentemente staccato prestazioni conservative. Poi s’è ripreso alla domenica con Fabio Farina, portacolori della Scuderia Pintarally Motorsport, che è risalito dalla 10ª posizione sino al podio.

La rimonta di Farina
“È stato un magnifico esordio sulle strade del Sanremo e contro avversari che lo avevano disputato più volte. Gomme azzeccate, a differenza del Ciocco, con un meteo davvero incerto tra pioggia e nebbia. Siamo contentissimi: terzi assoluti in Classe R2B, secondi tra gli under 25 e le Due Ruote Motrici. Non solo, ma siamo saliti sul primo gradino del podio nel Trofeo Peugeot 208 Rally Cup. La gara? Zero errori. Sabato non abbiamo esagerato, mentre domenica siamo scattati a testa bassa. Sinceramente non ci aspettavamo una gara così. Ora la trasferta a Piancavallo per il primo appuntamento dell’International Rally Cup e poi in Sicilia per la Targa Florio. D’obbligo un ringraziamento all’ottimo naviga Luca Guglielmetti, la Scuderia Pintarally ed il Team GS Racing”.

La performance di Pellè
Il portacolori della Scuderia Destra 4 ed in attesa della nuova Suzuki Hybrid, riesce a staccare un gran risultato con la “vecchia” 1600.
“Qui non avevamo mai gareggiato. Esordio con un meteo davvero impensabile. In Classe R5Nh, abbiamo dominato in tre speciali, ci siamo classificati secondi assoluti ed occupiamo il 5° posto nel Trofeo Suzuki. Decisamente soddisfatti. Abbiamo lottato contro 20 partenti ed incassato punti preziosi. Mi auguro di poter gareggiare al più presto con la nuova hybrid che dispone circa 50 cavalli in più della nostra. Ad oggi è lotta impari contro le nuove evoluzioni. Errori? Uno, dove abbiamo fatto un dritto e s’è spenta la macchina perdendo circa trenta secondi. Da non dimenticare che nella prima prova siamo partiti tra gli ultimi ed abbiamo trovato il tracciato devastato, sporco, mentre pioveva e c’era nebbia”.

Il rally
Come detto s’è corso il 68° Rally di Sanremo, secondo appuntamento del Campionato Italiano della specialità. Competizione tormentata da pioggia, nebbia e fondo scivoloso con una lunghezza di 373,330 chilometri dove 88,930 costituivano le otto speciali in programma. Vittoria assoluta per l’equipaggio irlandese Breen – Nagle in gara con la Hyundai I20 R5.

Autore
Maurizio Frassoni
© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,391 sec.