SporTrentino.it
Rally

I De Tisi in vetta nel 1° Rally del Bardolino

La prima edizione del Rally del Bardolino è stata vinta da Luca Pedersoli in coppia con la navigatrice Anna Tomasi. L’equipaggio s’era schierato sulle difficili prove catramate con la VW Polo R5. A fine gara, dopo otto impegnativi tratti cronometrati, Giorgio De Tisi, portacolori della Scuderia Destra 4 ed al volante della nuova Skoda Evo R5 con Fabio Turco a dettare le note, è sesto assoluto, mentre il figlio Pietro, al suo secondo rally in carriera dopo il San Martino, chiude 11° assoluto con al fianco il navigatore Alessandro Gaio.

Giorgio, dopo sei mesi d’assenza, il rientro in gara con la nuova Evoluzione 2 della Skoda. “Già, forse un azzardo, visto che la vettura era arrivata direttamente dalla casa madre e non abbiamo potuto fare alcun test pre gara. Tutta da scoprire, solo lo shake down di un paio di chilometri al venerdì e poi il pronti via. Esordio quindi con la Skoda Evo. Difficile ed all’assistenza abbiamo più volte modificato l’assetto per trovare il giusto equilibrio del mezzo. Ma come detto è stato difficile. Ho lottato contro piloti che sono sempre in gara e che spesso mi sono messo alle spalle. Si puntava al podio. Comunque bene così con la vettura al traguardo senza un graffio”. Ci descrive le caratteristiche della Skoda? “Trazione integrale, cambio sequenziale a 5 marce. Il propulsore è un 1600 turbo con circa 300 cavalli di potenza”.

Il ventiquattrenne Pietro De Tisi è soddisfatto. “È il mio secondo rally dopo il San Martino. Ho sofferto di problemi ai freni ed un testacoda in una delle ultime prove molto sporche, dove abbiamo perso 15 secondi. Ma arrivare in mezzo a venti R5 iscritte è già un gran successo. Non solo, ho vinto tra gli under 25. L’obiettivo era accumulare esperienza. Le prove? Al mattino l’asfalto era gelato e si doveva viaggiare con cautela. Comunque Fabia intatta all’arrivo e sono contentissimo. Non nego d’essermi emozionato ed aver abbracciato il naviga a fine gara”. L’equipaggio Lunelli – Morelli in gara con la Mini Cooper S domina in solitaria la Classe RSTB 1,6. La prima edizione del Rally de Bardolino aveva una lunghezza di 278 chilometri, dove 51 costituivano le otto speciali in programma.

Il podio:
1° Pedersoli/Tomasi (Volkswagen Polo R5), 2°Tosini/Peroglio (Skoda Fabia) a 19”5, 3°Griso/De Guio (Ford Fiesta R5) a 28”4.
FOTO ROBERTO DEJAS

Autore
Maurizio Frassoni
© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,406 sec.