SporTrentino.it
Salita

Faggioli 1°, Merli 2° a Cividale

Christian Merli sale sul secondo gradino del podio nella 43ª cronoscalata Cividale – Castelmonte in Friuli, quinto appuntamento del Campionato Italiano Velocità in Montagna. Due manche con una lunghezza di 6,395 chilometri. La vittoria, in entrambe le gare, è per Simone Faggioli. Ma a fine gara Merli presenta reclamo verso Faggioli.

Il reclamo
A fine giornata il pilota dell’Osella presenta reclamo verso il fiorentino e la classifica della Cividale Castelmonte rimane sub iudice sino alle quattro di questa mattina, quando arriva la conferma, a conclusione delle accurate verifiche effettuate dai tecnici sulla Norma M20 FC Zytek di Simone Faggioli e l’Osella FA 30 Zytek LRM di Christian Merli, della regolarità dei propulsori. Quindi Faggioli è 1° e Merli 2°.

L’intervista a Merli
“È stata una gara lunga e finita a notte fonda. In Gara 1 siamo partiti con coperture slick leggermente intagliate, ma poco dopo la partenza è iniziato a piovigginare. In Gara 2 ho abbassato il mio tempo di dieci secondi, dando il massimo. Il mio avversario mi ha ugualmente superato per 2”45. All’arrivo, visto che avevamo dubbi sul propulsore di Simone, ho sporto reclamo. Ovviamente è una cosa molto difficile da fare e mi spiace che questi controlli non vengano effettuati d’ufficio. Non ho ricordi, nella mia carriera, di ispezioni sui motori dei prototipi eseguiti in autonomia dalle autorità competenti, all’arrivo senza il reclamo di qualcuno. Purtroppo ho dovuto metterci la faccia per fugare i legittimi dubbi, ma era da qualche tempo che nell’ambiente si mormorava del motore della Norma. Alle quattro di questa mattina è arrivata la conferma ufficiale. Il suo ed il mio propulsore sono perfettamente in regola. Quindi mi complimento con il mio avversario ed il suo team e ringrazio i commissari sportivi, tecnici, organizzazione e direzione gara per esserci stati vicini tutta la notte”.

Le prove
La prima manche di prove ufficiali è sotto la pioggia torrenziale. Si testano le coperture rain e c’è cautela. Faggioli con la Norma M20 FC è primo seguito da Merli con la sua Osella FA 30 Zytek LRM, mentre è ottimo terzo assoluto Antonino Migliuolo con la Mitsubishi Lancer Evo IX di Gruppo N.

Sabato, tettuccio, tergicristalli e trazione integrale hanno fatto la differenza. “Fantastico – commenta Migliuolo – e ci siamo messi alle spalle vetture come la Hyundai R5 di Guerra, tutte le Mitsu e Subaru del mio Gruppo compreso Bicciato che corre in A. Peccato ora che la macchina abbia problemi alla testata del propulsore ed alla frizione”. Degasperi con l’altra Osella è giustamente prudente e si piazza a metà classifica. Gino Pedrotti è leader tra le monoposto 2000 con la Formula Renault, Cappello è 1° tra le RS 1.6 con la sua Honda. Nella seconda manche, si scatena il diluvio e la ricognizione è annullata.

Gara 1
L’asfalto è umido e la temperatura è bassa. Faggioli è primo, con Christian, portacolori del team Blue City Motorsport a 4”24, mentre Degasperi è terzo assoluto staccato di 16”19. In Gruppo E2 SS 2000, Gino Pedrotti sale sul secondo gradino del podio. Idem per Graziosi in CN con l’Osella. Migliuolo svetta in Gruppo N. Marco Cappello è primo 1° tra le Racing Start 1600.

Gara 2
Simone Faggioli vince con il nuovo record in 2’55”18, mentre Merli è alle sue spalle staccato di 2”45. Degasperi è quinto.

“Purtroppo dopo aver guidato in maniera impeccabile fino al salto, un errore di valutazione mi ha fatto letteralmente decollare schiantandomi contro le barriere guard-rail ad una velocità folle. Danni all’anteriore sinistro del mezzo, ma sto bene e ringrazio la Madonna di Castelmonte”.

Ormai Migliuolo è padrone 2020 del Gruppo N. “Pur con problemi al propulsore - racconta Antonino – abbiamo vinto con un margine di 6”45 su Cebron e gli altri cinque avversari provenienti da tutta Europa con identica vettura alla mia Mitsu. Molto soddisfatto”. Pedrotti è sempre 2° in E2 SS 2000 ed entra nella top ten. Graziosi risale sul secondo gradino in Gruppo CN. Cappello è leader tra le RS 1.6 anche nella seconda salita.

Il podio di Gara 1
1°Faggioli (Norma M20 FC), 2° Merli (Osella FA 30 Zytek LRM) a 4”24, 3° Degasperi (Osella FA 30) a 16”19.

Il podio di Gara 2
1°Faggioli (Norma M20 FC), 2° Merli (Osella FA 30 Zytek LRM) a 2”45, 3° Liber (Gloria CP8 Evo 2000) a 16”20

Autore
Maurizio Frassoni
© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,422 sec.