Rally
domenica 10 novembre 2019
MOTORI
Travaglia 6°, Bettega 7°, Taddei 8° a Cingoli
di Maurizio Frassoni

Renato Travaglia in copia con Luca Gelli ed al volante della Skoda Fabia R5 conquista il sesto posto assoluto a solo 1” alle spalle del pilota ufficiale Citroen Luca Rossetti in gara con la C3 R5. Alessandro Bettega, sempre su Fabia, portacolori della Scuderia Pintarally Motorsport, è settimo. Il driver di Molveno era fermo da un anno, mentre Alessandro Taddei con la Hyundai I20 R5, per lui la prima gara 2019, è ottavo. Tutti nella top ten. Davanti i big del tricolore con la vittoria dell’equipaggio Marchioro – Dall’Olmo seguito da Giandomenico Basso che ha sfruttato l’occasione per allenarsi sullo sterrato, in attesa del gran finale del Tuscan Rewind, dove in palio ci sarà il tricolore 2019. la prossima settimana. Poi Ricci, Costenaro e Rossetti. S’è gareggiato il 13° Rally delle Marche valido per il primo appuntamento del Challange Raceday Rally Terra. Start da Cingoli in provincia di Macerata, dove gli equipaggi hanno affrontato due prove speciali, “Panicali” di 5,240 chilometri e “Dei Laghi” lunga 9,840 chilometri da ripetere tre volte.

L’intervista a Travaglia
“Purtroppo s’è rotto l’interfono ed ho dovuto gareggiare a vista. Eravamo terzi dopo il primo giro. É difficile, non sono abituato. È stato un lungo test in gara in vista del Tuscan Rewind che si corre tra due settimane, ultima gara del Campionato Italiano Rally e del Terra. Ci siamo tolti la ruggine di dosso e ci siamo divertiti”.

Il commento di Alessandro Bettega
“Peccato abbiano annullato l’ultima speciale. Me la sarei giocata con Renato. La prima gara dell’anno ed all’inizio abbiamo faticato. Queste sono vetture altamente professionali e la concorrenza era davvero agguerrita. Basso, in lizza per il campionato tricolore come Rossetti, poi Marchioro e Costenaro. In sintesi abbastanza bene. Ora partecipiamo al Prealpi a dicembre, secondo appuntamento del Raceday Terra e facciamo l’intero campionato. Quindi ci rifaremo alla prossima”.

Alessandro Taddei con accanto Andrea Gaspari è ottavo, mentre Luciano Cobbe chiude in 12ª posizione. Medaglia di legno per Riccardo Rigo con la Mitsubishi in Gruppo N4 navigato da Alessio Angeli, campione Italiano WRC R2 2019, mentre Alessandro Bisoffi, portacolori della Scuderia Destra 4, sale sul terzo gradino del podio con la sua Seat Ibiza 16V in Classe N3.

Il podio
1°Marchioro/Dall’Olmo (Skoda Fabia R5), 2° Basso/Granai (Skoda Fabia R5) a 6”5, 3° Ricci/Biordi (Hyundai I20) a 9”1.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,125 sec.

Inserire almeno 4 caratteri