Rally
domenica 14 luglio 2019
MOTORI
Rigo conquista la vittoria in Classe R4 a San Marino
di Maurizio Frassoni

Riccardo Rigo, all’esordio con la Mitsubishi Evo IX R4 ed affiancato da Alessio Angeli, conquista la vittoria in Classe R4, ma soprattutto è sesto assoluto nel 47° Rally San Marino, terzo appuntamento del Campionato Italiano Rally Terra. La vittoria assoluta è del francese Consani con la Skoda Fabia R5.

Sceso dalla pedana di partenza con il numero 15, Rigo s’è portato immediatamente nella top ten. Quindi ha iniziato la rimonta che lo ha visto, a fine gara, sesto assoluto e dominatore della sua Classe. Non solo, ma è autore d’una prestazione maiuscola, dove s’è messo alle spalle le ben performante R5.

L’esordio del pilota di Borgo Valsugana
“Sicuramente. È stata una gara una tantum con la R4, vetture con cambio sequenziale ed un peso di 50 chilogrammi in meno rispetto alla mia N4. Ciò mi ha permesso di staccare più vicino alla curva e ripartire più velocemente. Per la prima volta conquisto il sesto posto assoluto dopo aver dominato la Classe dall’inizio alla fine. Risultato notevole, visto che eravamo fermi da tre mesi, mentre la concorrenza aveva gareggiato all’Adriatico ed in Sardegna. Nella prima speciale ho rifilato 30” al diretto avversario ed 1’ nella seguente. Quindi ho continuato a testa bassa, per capire i limiti di questo mezzo. Non solo, ma ci siamo intrufolati in mezzo la plotone delle R5. L’ultima prova era su asfalto e quindi abbiamo fatto grandi traversi per divertire il pubblico. Fantastico. Prima della gara, visto l’elenco partenti avrei fatto la firma per entrare nella top ten. È stata una grande giornata, anche se il mio naviga ogni tanto mi diceva che eravamo sopra le righe. Tutt’ora non ci credo”.

Il 47° Rally San Marino
La manifestazione prevedeva dieci prove speciali con “Macerata Feltria”, “Sestino” e “Lunano-Piandimeleto” da ripetere tre volte per poi chiudere il rally con il gran finale nella conclusiva “San Marino” tutta su fondo asfaltato. Raduno con una lunghezza di 462 chilometri, dove 91 erano da affrontare cronometro alla mano.

Il podio
1° Consani/De La Haye (Skoda Fabia R5), 2° Ceccoli/Capolongo (Skoda Fabia R5) a 12”0, 3° Andreucci/Briani (Peugeot 208 R5) a 49”3.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,141 sec.

Inserire almeno 4 caratteri