Salita
domenica 7 aprile 2019
MOTORI
Trentini a podio nella Salita del Costo
di Maurizio Frassoni

Vince Faggioli con Merli 2° a 1”96. Adolfo Bottura sale sul primo gradino del podio tra le storiche. Gara test, la 28ª Salita del Costo valida come primo appuntamento del Trofeo Italiano della Montagna, per Christian Merli al volante dell’Osella FA 30 Zytek LRM in vista del Campionato Europeo che inizia il 14 aprile. Manche unica di 9,910 chilometri con dieci tornanti che scatta da Cogollo del Cengio sino alla località Bramonte in provincia di Vicenza.

L’intervista a Christian
“Purtroppo sono partito con gomme intermedie, mentre il percorso era asciutto sino all’arrivo. Nell’ultimo tratto gli pneumatici sono andati in “pappa” e mi sembrava di galleggiare. Comunque sono contento. Siamo sempre primi tra le monoposto E2 SS. La vettura è a posto e siamo pronti per la prima uscita dell’Europeo nella 47ª Col Saint Pierre in Francia la prossima settimana. Ottima gara per Lampert, portacolori del Team Blu City Motorsport, che s’è classificato 3°assoluto”.

Le prove
Sabato, nella prima sessione di prove ufficiali con nebbia, bassa temperatura e tracciato bagnato, Faggioli è primo in 5’22”47 con Merli a 0”40, mentre spicca l’ottimo sesto posto assoluto, grazie a tetto e tergicristalli, di Antonino Migliuolo in gara con la Mitsu a trazione integrale. Degasperi è 10° tallonato da Gino Pedrotti e la sua Formula Renault 2000. Nella seconda salita, tra le storiche, Adolfo Bottura è 7° assoluto, primo in Classe 4-Jr 2000 con l’Osella PA 9/84.

La 2ª sessione di prove
Si replica con le moderne e Simone Faggioli su Norma M20 FC in 4’18”42 con Pedrotti 5°. Christian Merli chiude in 94ª posizione. “Tutto ok. Ho trovato l’avversario che mi precedeva – spiega l’alfiere della Scuderia Vimotorsport – intraversato in mezzo alla strada. Mi sono dovuto fermare ed attendere che lo spostassero. Quindi sono ripartito”.

La Gara
Netta vittoria assoluta per Adolfo Bottura tra le vetture storiche. Quindi i mezzi moderni con il miglior tempo di Faggioli in 4’06”55 con Merli alle sue spalle staccato di 1”96.

Diego Degasperi è 4° con l’Osella FA30 a 17”08 da vincitore.

Gino Pedrotti, 6° assoluto, è primo in Classe E2 SS 2000. Thomas Pedrini è dodicesimo assoluto e sale sul primo gradino del podio tra le biposto sport 1400 con la sua Radical.

Primo gradino del podio per Antonino Migliuolo, 22°, con la Mitsu di Gruppo N con Denny Adami secondo con la BMW. Giancarlo Graziosi domina in Classe E2SC 2000 con l’Osella PA 2000. In E1 Italia, argento per Claudio Zucol con la BMW 3000 ed altro argento per Silvio Longhi tra le due litri. Marco Cappello vince la ProdS con la Honda Civic Type R 2000, mentre la nota piacevole è il ritorno in gara del padre Francesco, dopo 42 anni. La sua ultima corsa fù il San Martino nel ’77.

Il podio
1° Faggioli (Norma M20 FC), 2° Merli (Osella FA 30 Zytek LRM) a 1”96, 3°Lampert (Osella FA 30) a 13”57.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,297 sec.

Inserire almeno 4 caratteri