Varie
lunedì 12 novembre 2018
MOTORI
Filippo Sala, 7 anni, Campione Kart
di Maurizio Frassoni

Filippo Sala ha appena compiuto sette anni ed è già Campione triveneto/italiano di kart nella categoria 7-9 anni. S’è dovuta chiedere una deroga alla Federazione Italia Karting e Filippo, nell’agosto 2017 non appena compiuti i 6 anni, ha superato l’esame a pieni voti. Quindi ha iniziato a gareggiare nella Categoria Entry Level. Quest’anno ha vinto tutti i trofei più importanti del mondo, mentre le vittorie assolute sono state 10 su 12 con due secondi posti. Nel 2019 sarà pilota ufficiale di due importanti Case costruttrici: Parolin nel campionato polacco e la VEMME nel campionato USA.




Il racconto di papà Stefano
“Normalmente quando si va in una pista con un ragazzino di 4 anni per cimentarsi con un mezzo dotato di un motore, la prima frase che senti pronunciare da qualsiasi genitore è “l’importante che si diverta e giochi”. Io paradossalmente sono uno dei padri meno convinti sulla potenziale carriera di mio figlio. Ciò che mi rende sereno è la consapevolezza che se non diventerà un Campione diventerà sicuramente un uomo migliore. Lo sport in generale rappresenta, anche troppo facile ricordarlo, una metafora della vita. Ogni sport a modo suo, ci insegna ad avere un sogno, a porsi un obbiettivo, a lottare per raggiungerlo, a coinvolgere chi ci vuole bene ad aiutarci in un interminabile processo evolutivo. Lo sport crea competizione, abnegazione, unione, condivisione e sublimazione del concetto di solitudine laddove la competizione rende l’individuo solo contro gli altri ed allo stesso tempo tremendamente connesso con il proprio genere, razza, origine e contesto sociale quando combatte per l’eccellenza.
Ritengo gli sport motoristici ancora più evoluti di altri perché pongono un individuo a fare I conti con una proiezione amplificata delle proprie doti. Grazie all’apporto del motore crescono velocità, reazioni, immediatezza decisionale e gestione della paura.”.

Il 2018
“Quest’anno Filippo ha corso contemporaneamente in kart e minimoto ottenendo risultati importantissimi nella prima disciplina e molto buoni nella seconda. Ad oggi è Campione triveneto/italiano di kart nella categoria 7-9 anni. Ha vinto tutti i trofei più importanti del Mondo”.

La Categoria
“Mini. Possono partecipare solo bambini dai 7 anni ai 9 anni compiuti. È spinto da un propulsore 60 cc monocilindrico LKE a 2 tempi capace di circa 13 cavalli e 14.000 giri. La velocità massima in circuito è di 110 chilometri orari. La casa costruttrice con sede in Sicilia ha fornito gratuitamente 3 motori continuamente aggiornati con le ultime modifiche.

Questo buon connubio ha reso tutto molto fluido e competitivo facendo il miracolo di conseguire 9 vittorie in 11 gare di cui 2 di livello e visibilità mondiale come il “Trofeo di Primavera” ed il “Trofeo di Autunno”, entrambi vinti per la prima volta da un bambino di 6 anni.

Dodici gare
“In pista – continua papà Stefano - a Lonato, Adria, Jesolo, Castelletto di Branduzzo e Siena con tre record assoluti. Non solo, ma un fantastico 3° posto nel famoso al Dai Trophy di Ala, dove grazie ad una deroga tedesca ha gareggiato in una categoria superiore riservata ad atleti compresi tra i 9 ed i tredici anni. Attualmente Filippo è il bambino dai 6-12 anni che ha vinto più gare in un anno solare della storia del karting. I due Trofei di Primavera ed Autunno sono di livello mondiale con bambini che provengono da tutto il mondo. Ucraina, Russia, Romania, Sud Africa, Germania, Austria ed Italia. Ebbene, ha vinto entrambe le manifestazioni. Nel primo caso sotto l’acqua il distacco con il secondo è stato di 17” in sei giri”.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,594 sec.

Inserire almeno 4 caratteri