Salita
martedì 5 giugno 2018
MOTORI
Merli, Degasperi e Migliuolo in Germania
di Maurizio Frassoni

Christian Merli, dopo la vittoria con record in Repubblica Ceca, ha affrontato una trasferta con il suo motorhome, metà officina e metà camper, di 720 chilometri in direzione Bad Liebenstein nel cuore della Germania a nord est di Francoforte, per presenziare al 6° appuntamento del Campionato Europeo della Montagna al volante dell’Osella FA 30 Zytek LRM. Domenica è in programma la 21ª edizione della cronoscalata Glasbachrennen, dove il portacolori del Team Blue City Motorsport vinse lo scorso anno. Non solo, ma staccò il nuovo record in 1’58”440.

Christian racconta il tracciato
La gara tedesca è descritta così dal portacolori della Scuderia Vimotorsport. “Una lunghezza di 5,500 chilometri e tre le manche di gara, dove vengono sommati i due migliori tempi. Una bel tracciato, totalmente in sicurezza. Non velocissima ed è un susseguirsi di curve da terza e quarta marcia. Un misto guidato senza tornanti e con una chicane artificiale per rallentare la velocità”.

L’obiettivo dell’alfiere della Scuderia Vimotorsport
”L’importante è non commettere alcun errore e vincere il Gruppo E2SS. Quindi si chiude il primo girone di sei gare. Parlando rigorosamente al condizionale, potrei scartare lo zero spagnolo”.

Diego Degasperi
Allo start Diego Degasperi con l’Osella FA 30, all’esordio su questo tracciato. Il pilota trentino racconta l'ultima gara, quella in Repubblica Ceca
“Purtroppo abbiamo errato sulla scelta delle coperture. Ci siamo schierati con gomme da asciutto, ma il percorso era ancora bagnato. Le informazioni che ci erano arrivate non erano attendibili. Glasbachrennen è tutta da scoprire. M’hanno detto che è un percorso stretto e molto tecnico”.

Antonino Migliuolo
Il pilota è pronto a dare il massimo con la sua Mitsu di Gruppo N, ma è amareggiato dopo la corsa in Repubblica Ceca.
“Diluvio nella seconda manche di gara e quindi partenza con gomme da bagnato. Gli avversari non si sono presentati alla partenza ed è stato permesso loro di partire 5/10 minuti dopo di me. Ovviamente la strada si è asciugata di più. Non è corretto quello che hanno fatto. Sono amareggiato per gli sforzi fin qui spesi nell’inseguire un campionato spesso latitante da avversari e da regolamenti non proprio chiari nello stilare le classi dei concorrenti. S’è visto nell’ordine di partenza della seconda salita”.

Il calendario del CEM
15/4 Col Sait Pierre (Francia)- Vincitore Sebastien Petit (Norma M20 FC), 22/4 Rechbergrennen (Austria) – Vincitore Christian Merli (Osella FA30), 13/5 39ª Rampa Internacional da Falperra (Portogallo) - Vincitore Simone Faggioli (Norma M20 FC), 20/5 47ª Subida al Fito (Spagna) – Vincitore Simone Faggioli (Norma M20 FC), 3/6 Ecce Homo (Repubblica Ceca) – Vincitore Christian Merli, 10/6 Glasbachrennen 2018 (Germania), 24/6 Coppa Paolino Teodori (Italia), 22/7 35ª Dobsinsky Kopec (Slovacchia ), 29/7 Limanowa (Polonia), 19/8 Course de Côte de Saint Ursanne (Svizzera), 2/9 Bistrica (Slovenia), 16/9 Buzetski Dani (Croazia).

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,5 sec.

Inserire almeno 4 caratteri