Salita
domenica 6 maggio 2018
MOTORI
Vittoria e record per Christian in Gara 1 al Nevegal
di Maurizio Frassoni

Christian Merli, portacolori del Team Blue City Motorsport, domina nettamente Gara 1 nella 44ª edizione dell’Alpe del Nevegal in provincia di Belluno. É la cronoscalata d’apertura del Campionato Italiano Velocità in Montagna. In Gara 2 tutto stravolto per la pioggia.

Merli racconta l’accaduto in Gara 2
“Eravamo incolonnati per lo start della seconda salita, quando sono cadute due gocce di pioggia. Il direttore ha immediatamente dichiarato gara bagnata, anche se per me non lo era. Forse ha pensato un po’ troppo alla nostra sicurezza. Ha concesso di cambiare le gomme da asciutto con quelle da pioggia. Nel frattempo, io non mi sono nemmeno mosso visto che non pioveva. Poi la ripartenza ed i primi due piloti che sono saliti con le coperture da asciutto hanno realizzato un tempo pari alla prima manche. Quindi avevo avuto l’intuizione giusta. Purtroppo un guasto ad un concorrente che ci precedeva ha fermato la gara. In totale abbiamo perso una ventina di minuti ed erano rimasti solo sette concorrenti in attesa del via. Dopo tutto il tempo perso è arrivato puntuale il diluvio previsto dal bollettino meteo”.

La vittoria con record in Gara 1
“Sono contentissimo. Non solo, ma abbiamo abbassato nuovamente il record del tracciato. Intanto intaschiamo i punti di Gara 1 e pensiamo alla trasferta in Portogallo di domenica prossima per la prossima tappa dell’Europeo”.

Le prove
La prima sessione di prove è sotto la pioggia, dove Diego Degasperi, con gomme da pioggia ed al volante dell’Osella FA30 stacca il miglior tempo in 2’52”44. Christian Merli, portacolori del Team Blue City Motorsport, opta per gomme da asciutto per testare la partenza in vista della gara ed è 2° a 0”82, mentre Magliona è terzo a 1”15.

Nel Gruppo E2SS 2000, Gino Pedrotti è primo con la Formula Renault seguito da Graziosi in gara con la Tatuus Formula a 2’”99. In Gruppo A Nadalini con la Mitsu è terzo, mentre Gabriella Pedroni occupa la seconda posizione in Gruppo N con la sua Mitsubishi Lancer.

Adolfo Bottura è secondo in Gruppo CN 2000 con la Ligier. Al pomeriggio il secondo passaggio ufficiale con percorso asciutto. Merli domina 2’28”30 ed è in nuovo record del tracciato. Alle sue spalle con identica vettura c’è Degasperi a 6”07. Terzo è Cubeda a 6”51. In Gruppo E2SS 2000, il podio delle prove è tutto trentino con Pedrotti leader, Graziosi a 12”98

Luca Mazzalai è terzo a 19”25. Nelle biposto sport 1000, con l’Osella PA21 JRB Sante Ostuni è 2°. Bottura è terzo in Gruppo CN 2000. In vetta al Gruppo A c’è Bicciato con Stefano Nadalini alle sue spalle, mentre Gabry è seconda in Gruppo N.

Gara 1
Vittoria di Christian in 2’26”84. Ed è il nuovo record del tracciato. Cubeda è secondo a 2”09, mentre il bronzo è di Magliona in gara con la Norma M20 FC. Tra le monoposto 2000 Pedrotti, 13° assoluto, sale sul primo gradino del podio. Argento per Graziosi. Sante Ostuni con l’Osella PA21 JRB è secondo in E2SC 1000, mentre Bottura, 26°, conquista il bronzo tra le CN 2000.

Stefano Nadalini con la Mitsu di Gruppo A è 2°.

Identico risultato in Gruppo N per Gabriella Pedroni.

Gara 2
Tutto regolare sino allo start delle monoposto. Quindi lo stop decretato dal direttore della manifestazione. Vince Magliona. Ostuni perde una posizione ed è terzo con la sua Osella 1000. Bottura sale sul secondo gradino del podio in CN 2000, mentre è risultato fotocopia di Gara 1 sia per Pedroni in Gruppo N sia per Nadalini in A.

Il podio di Gara 1
1°Merli (Osella FA30) in 2’26”84, 2° Cubeda (Osella FA30) a 2”69, 3° Magliona (Norma M20 FC) a 2”78.

Il podio di Gara 2
1° Magliona (Norma M20 FC) in 2’34”17, 2° Conticelli (Osella PA 2000) a 1”44, 3°Castellano (Osella PA 2000) a 2”95.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,453 sec.

Inserire almeno 4 caratteri