Varie
mercoledì 21 febbraio 2018
MOTORI
La premiazione dei migliori driver trentini
di Maurizio Frassoni

Presso la sede Autoindustriale Mercedes a Ravina, si sono svolte le premiazioni di piloti, navigatori, scuderie ed associazioni che si sono contraddistinti lo scorso anno. Manifestazione organizzata dall’Aci di Trento nella persona del presidente Roberto Pizzinini.
Alberto Ansaldi, direttore AC Trento, affiancato da Ivan Capelli, apre la serata con Daniela Pera, che riceve il premio alla memoria dedicato al papà Francesco, delegato regionale CSAI per il Trentino Alto Adige, scomparso lo scorso anno.

Christian Merli strappa gli applausi
“Sono contento d’aver vinto in Gruppo E2 SS. Campione europeo tra le monoposto. Un grande risultato con sei vittorie assolute ed altrettanti secondi posti. Rimane solo l’amarezza di non aver potuto primeggiare in Categoria 2. É difficile digerire un paio di situazioni, dove sono stato rallentato solo dall’inflessibilità della Fia, che ha applicato rigorosamente le regole unicamente nei miei confronti. Il programma 2018? Non è ancora definito”.

Arriva Antonino Migliuolo, vincitore del Gruppo N nel CIVM e punta alla vittoria nell’Europeo 2018.

Gabriella Pedroni intasca la Coppa Europa Velocità in Montagna, mentre quest’anno gareggerà in Italia.

È chiamato Diego Degasperi, che lo scorso anno s’è aggiudicato la Coppa di Classe 2000 tra le monoposto con la Lola Formula 3 nel tricolore.

C’è Marco Cappello vittorioso nella categoria Racing Start 1600 con l’Honda Civic.

Stefano Nadalini, con la Mitsu, ha trionfato in Gruppo A nel Trofeo italiano Montagna.

Quindi Gino Pedrotti che ha conquistato la Classe 2000 nel Tivm con la Formula Renault.

Bortolotti, fantastica vittoria a Daytona
È il momento dedicato alla pista con Mirko Bortolotti, acclamato per la sua fantastica vittoria in Blancpain GT Series, il campionato GT più famoso d’Europa. Non solo, ma è reduce dalla vittoria nella 24 Ore di Daytona con la Lamborghini Huracàn.

Subito dopo l’entusiasta Giuseppe Ghezzi, dominatore del campionato GT4 AM. “Pronti per ripetere l’esperienza assieme ad Alessandro Giovannelli, sempre con la Porsche”.

Rally, dove Matteo Daprà ha vinto il Gruppo S2000 con la Skoda Fabia, imponendosi in quattro delle sei gare del Campionato Italiano WRC.

Ezio Soppa è premiato per la conquista del Gruppo N nel C.I.WRC con cinque vittorie in altrettante partecipazioni al volante della sua Mitsu. “Mi piacerebbe passare alla Fiesta R5 e partecipare all’ International Rally Cup. Ho fatto un breve test ed il mezzo è fantastico”.

Luciano Cobbe rappresenta l’entusiasmo per i rally. Ha nettamente dominato il Campionato Raceday Rally Terra.
Altra coppa per Armando Ioriatti, 1° tra le Due Ruote Motrici nel Campionato Rally Terra, mentre l’equipaggio formato da Daniele Casagrande e Mattias Conci ha trionfato in Classe N2 nell’IRC. Il navigatore Marco Zortea ritira il premio per la vittoria in Gruppo N nel Tricolore Terra, mentre Alessandro Taddei per il 1° posto in Val d’Orcia. Per lo slalom premiati Daniele Cristofaro, Alfonso Dalsass, Stefano Oss Pegorar e Roberto Zadra. Premio alla carriera per Sandro Lipparini, classe 1932, che ha gareggiato sino allo scorso anno con l’Osella PA/8. Infine Annamaria Fuganti che ha affrontato i tornanti del Bondone per ricordare papà Pierluigi, pilota e responsabile per anni del parco chiuso alle Rocce Rosse.

Commissari e Ufficiali di Gara
Premesso che senza loro non vi sarebbe alcuna manifestazione, sono stati premiati commissari ed ufficiali di gara. S’è iniziato con Gianpaolo Rossi, direttore di gara e Carmen Righi, commissario sportivo nazionale. Quindi il commissario tecnico Giuliano Pedroni, di percorso quali Francesco Moser, Mirco Cristoforetti e Maria Angela Spinieli. Andrea Giampiccolo e Paolo Rudatis in veste di commissari sportivi regionali per poi passare a Ennio Forti, ufficiale di gara. Un plauso all’ Associazione Bettega e Pinè Motori. Premiata la Scuderia Pintarally Motorsport per il Progetto Giovani, dove Silvano annuncia che il protagonista 2018 sarà Federico Manica, pilota ventitreenne di Rovereto che affronterà il Campionato Italiano WRC al volante della Suzuki 1000. Non mancano riconoscimenti agli organizzatori quali il Racing Team Quercia, La Scuderia Trentina, Adige Sport e San Martino Corse.

Marco Avi
A lui un riconoscimento per la dedizione e la professionalità a favore del motor sport nazionale ed internazionale collaborando attivamente con la Federazione e per aver portato lustro al sodalizio trentino.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,469 sec.

Inserire almeno 4 caratteri