Rally
domenica 10 settembre 2017
MOTORI
Le interviste al San Martino Di Castrozza
di Maurizio Frassoni

Piove quando arrivano i primi equipaggi per l’ultimo controllo orario. Poco tempo prima di salire sul palco. Folla, applausi ed abbracci per tutti. Sono stati grandi protagonisti d’una edizione davvero fantastica e ricca di sorprese.

Marco Signor in gara con la Fiesta WRC cala il poker a San Martino, 5° appuntamento del Campionato Italiano WRC. Quarta vittoria consecutiva nella gara che considera di casa. Si congratula con gli organizzatori per la speciale spettacolo in centro. Non un toboga in qualche zona industriale, ma davvero qualcosa da esportare.

L’intervista al vincitore
“Gara difficile, dove il meteo ha condizionato molto. Era impegnativo trovare il giusto ritmo. Quando ho visto Albertini lato strada, ho alzato il piede. Poi ci siamo imposti bene nell’ultima prova con il nostro passo di sempre”. Gli equipaggi arrivano sgranati ed i navigatori escono dalle vetture in attesa d’apporre l’ultimo timbro.

Matteo Daprà
Domina tra le S2000 con la Skoda Fabia dopo un fantastico duello con Sandro Giacomelli in gara con la 207 S2000.
“Terza vittoria in campionato in cinque gare. Primo dei trentini, 14° assoluto. Splendida gara contro un Giacomelli, oggi sopra le righe. Bravissimo. Noi siamo stati più fortunati nell’affrontare Malene, con gomme da asciutto, quando iniziava a piovigginare. Ora siamo in testa al campionato e ci presentiamo a Como. È la nostra sesta partecipazione al San Martino, dove abbiamo incassato un secondo posto e quattro vittorie”.

Luciano Cobbe
“Tutto negativo. Abbiamo sbagliato scelta di gomme e non valeva la pena rischiare. Abbiamo tirato i remi in barca”.

Sandro Giacomelli assieme al naviga Francesco Orian, barbuto con dei fantastici mustacchi.
“Gara perfetta. Una delle più belle partecipazioni al San Martino della mia vita. 15° posto e secondi tra le S2000 con la 207 di Balbosca. Quando ho visto il nostro crono sul Manghen ho pensato vi fosse stato un errore. Fantastico”.

Ezio Soppa
Conquista il primo gradino del podio con la Mitsu di Gruppo N. “Tutto ok. Nessun problema alla macchina ed abbiamo vinto la 5ª gara del campionato in altrettante partecipazioni”.

Pierleonardo Bancher
“Sono contento soprattutto per il secondo giro, dove abbiamo migliorato. Divertimento allo stato puro ed è aumentato il feeling con la WRC. All’arrivo senza un graffio”.

De Nando-Camiscia
Conquistano il primo gradino del podio tra le N2 con la sua Peugeot 106.

Francesco Gonzo, con alle note Silvia Pintarelli, è 3° tra le R2B con la Peugeot 208.
“Dopo Schio, siamo sulla strada giusta. Il feeling con la vettura è cresciuto. Siamo sulla strada giusta. Gara difficile a causa delle mutevoli condizioni meteo e l’importante è essere a podio.

La vittoria di Pellè
Roberto Pellè con Giulia Luraschi sul sedile di destra è autore d’una gara tutta in rimonta. Dapprima terzo, riesce a conquistare il primo gradino del podio con la Suzuki Swift Sport in R1B. “Abbiamo sofferto l’incognita gomme sul primo giro, mentre abbiamo attaccato sul secondo riuscendo a scalare la vetta, grazie ad una scelta giusta di coperture”.

L’equipaggio Betta – Mattivi è primo in A5 con la Panda kit.

Tra le storiche, ottima prestazione di Lorenzo Delladio affiancato da Remo Bazzanella. Secondo assoluto e primo nel suo raggruppamento, dopo aver dominato due prove speciali.
(Foto Andrea Dalmonech)

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,449 sec.

Inserire almeno 4 caratteri