SporTrentino.it
Regolarità

Ad Aliverti e Maffi la 29ª Winter Marathon

Alberto Aliverti e Alberto Maffi sono i vincitori della 29ª edizione della Winter Marathon. I bergamaschi portacolori della Scuderia Franciacorta Motori, in gara con la Fiat 508 C del 1937, hanno conquistato il primo gradino del podio totalizzando 277 penalità e resistendo all’agguerrita concorrenza presente anche quest’anno a Madonna di Campiglio.

Al secondo posto con 294 penalità e dopo oltre 445 chilometri di gara, con 50 prove valide e nove impegnativi passi dolomitici fra i quali Pordoi e Sella, l’equipaggio composto da Andrea Belometti ed Emanuele Peli su Fiat Siata 508 S Balilla Sport del 1932. Bronzo per Luca Patron e Massimo Danilo Casale (313 penalità) su Bentley 3 Litre del 1925, la vettura più anziana al via di questa edizione. Quarto posto per Ezio Salviato e Maria Caterina Moglia su Lancia Aprilia del 1939 seguiti dall’equipaggio composto da Franco Spagnoli e Giuseppe Parisi sulla Fiat 520 Torpedo del 1928. L’evento, iniziato con le verifiche al Savoia Palace Hotel, è proseguito nella serata di venerdì con la vittoria di Alessandro e Francesca Molgora nel Trofeo APT disputato sul laghetto ghiacciato. Secondi Lorenzo e Mario Turelli su Lancia Aprilia del 1937, mentre il terzo posto è per Domenico Battagliola e Catullo Luigi Branca (Fiat 508 S Balilla Sport, 1936). Venerdì 20 gennaio alle ore 14 lo start dei 106 equipaggi verificati. Dopo una notte in gara sono rientrati a Madonna di Campiglio nelle prime ore del sabato. Gabriella Scarioni e Ornella Pietropaolo vincono invece il Trofeo BST Tubi, riservato agli equipaggi femminili, a bordo di una Porsche 356 B Coupé del 1960. Svizzero il miglior equipaggio straniero con Manoel e Aurelie Jolly, esordienti in questa manifestazione con la Morris Mini Cooper Mk I del 1967. Ancora grande spettacolo nel pomeriggio di sabato dei due trofei speciali sul lago ghiacciato riservati il primo alle vetture anteguerra iscritte alla competizione vinto per il terzo anno consecutivo da Francesco e Giuseppe Di Pietra su Fiat 508 C del 1938. Quindi il Trofeo Eberhard dominato da Belometti-Peli.

Autore
Maurizio Frassoni
© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,141 sec.