Varie
mercoledì 9 novembre 2016
MOTORI
Ricci Campione Italiano Side By Side
di Maurizio Frassoni

Franco Ricci, al volante del Side Polaris spinto da un propulsore 1000 di cilindrata di derivazione motociclistica capace d’una potenza di 110 cavalli, è il Campione Italiano Side 2016. Il pilota di Calavino, alla sua esperienza assoluta nelle competizioni, conquista il titolo assoluto davanti ad avversari che gareggiano da anni in questa specialità.

Il Side by Side
É un veicolo fuoristrada a quattro ruote motrici, con cambio automatico e guidato per mezzo di un volante. Giusto rilevare che il driver di Calavino, come detto al suo esordio assoluto, ha intascato quattro vittorie e per quattro volte è salito sul secondo gradino del podio. Insomma, netto dominio del pilota trentino alla sua prima esperienza.

La scelta di Franco
“Conoscevo queste gare e mi piacevano. Debbo sottolineare che il mio maestro è stato Christian Merli. A lui, infatti, debbo questa avventura. È stato prodigo di consigli, soprattutto per curare gli assetti del mezzo e preziosi consigli si guida. Ho provato a fare un paio di gare per capire cosa sarei riuscito a fare. Le cose si sono messe subito per il meglio ed ho continuato. I miei avversari erano molto preparati e soprattutto gareggiavano da qualche anno in questa specialità. Persone sicuramente leali, che preparavano con grande accuratezza e soluzioni onerose i loro fuoristrada, mentre io ho gareggiato con un mezzo preparato dalla casa e mai modificato. Debbo ringraziare il mio meccanico Dino Tondin, che m’ha accompagnato in tutta la stagione, senza dimenticare tutti gli amici che m’hanno aiutato. Campione Italiano e di certo non me l’aspettavo. È stata una grande sorpresa ed una enorme soddisfazione. Quattro vittorie ed altrettanti secondi posti su nove gare in programma. Straordinario”.

Il fine settimana di gara
“Arrivati sulla pista, dapprima si espletavano le verifiche tecnico sportive. Quindi le prove libere. Poi le qualifiche, dove avevamo a disposizione quindici minuti, per lo schieramento di partenza che sarebbe avvenuta tipo Formula 1. Il pilota con il miglior tempo di qualifica si schierava davanti a favore di traiettoria, il secondo a lato arretrato di un metro. La seconda fila era staccata di quattro metri. I concorrenti allo start erano una quindicina”.

La gara
”Tre manche di circa 20’ l’una. In questo campionato c’erano anche gare Endurance della durata d’una quarantina di minuti. Si gareggiava su un tracciato in mezzo al bosco. Partiva per primo il pilota con il miglior tempo di qualifica, seguito dopo cinque decimi dal secondo e così via. Divertimento allo stato puro. Certo, faticoso portare al massimo questi mezzi su sterrato ricco di salti ed insidie”.

La classifica del Campionato Side By Syde
1° Ricci, 2°Bozzano, 3° Pedretti.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,125 sec.

Inserire almeno 4 caratteri